venerdì 12 aprile 2019

265°Puntata - 10 anni di Blog

Eh si, il blog ha compiuto 10 anni. Proprio 10 anni fa cominciava un importante paragrafo della mia vita, mi trasferivo in Toscana e all'epoca senza tante menate social, un modo carino per tenere aggiornati gli amici fu quello di creare questo blog. Negli anni la frequenza dei post è scemata, se non consideriamo il 2015 con la "cavalcata" dei 9 mesi di attesa per Valeria ed il conseguente profluvio di post e cose da dire.
Tanto tempo è passato da allora, tante esperienze, diversi lavori, moltissimi clienti e tante esperienze lavorative che poi si sono tramutate in esperienze personali e bagaglio di vita. 10 anni non sono poi un'enormità ma quel me era tutta un'altra persona dal me odierno. Lì ero un figlio, con il punto di vista sulla vita tipica di un ragazzo, ora sono un padre (di due splendidi figli) ed esserlo ti cambia la prospettiva su qualsiasi cosa. Ogni passo che faccio, ogni scelta che prendo, i miei figli vengono prima di tutto, prima di me ... ogni scelta porta prima alla mia famiglia, e poi a me. Chissà se tra 10 anni starò sempre qui a scrivere sul blog, se ci sarà ancora. Sarà curioso fare un altro bilancio decennale. Nel mentre spero di scrivere qualche post da qui ad Aprile 2029! Alessandro

giovedì 17 gennaio 2019

264°Puntata - On the Bus




2019 cominciato sotto il segno della MOBILITA' SOSTENIBILE, come dicono quelli bravi. Automobile lasciata in garage, l'ultima volta che ho messo benzina era dicembre scorso (e misi solo 20€) e quotidianamente ci si muove con i mezzi pubblici.
In tasca con me c'è l'abbonamento annuale e piano piano riesco a migliorare percorsi, tempi e spostamenti tra mezzi, principalmente bus ma ogni tanto anche metropolitana.
La cosa bella dell'abbonamento è muoversi in totale libertà sui mezzi, prendere un bus, intercettare una metropolitana, fare due fermate riscendere e prenderne un altro.
In questo modo riesco sempre a diminuire i tempi cambiando ogni volta percorso.
Certo, rispetto a prima per andare e tornare dal lavoro impiego almeno un'ora/un'ora e mezza in più, ma portandomi un libro dietro, il tempo passa. La cosa brutta sono le attese alle fermate, a volte molto lunghe, specialmente in questi giorni freddi, ma sapere che si sta risparmiando, che la macchina non si consuma e che non consuma soprattutto (carburante e soldi) e che il risparmio annuale è sull'ordine dei 700€, beh, allora anche il freddo dà un po'meno fastidio.
Alessandro





mercoledì 2 gennaio 2019

263°Puntata - Buon 2019


Un altro anno è cominciato, ed un altro anno di post parte oggi. Tra qualche mese il blog compie 10 anni e devo dire che non me ne sembrano passati così tanti.
Da un lato sono perfettamente consapevole del tempo trascorso, soprattutto di tutto quello che è successo nel mentre, ma al tempo stesso mi sembra sia passato pochissimo, come se fossi andato a dormire 10 anni fa e mi fossi svegliato solo ora.
Sicuramente il me odierno, quasi 40 enne è totalmente un'altra persona rispetto al me quasi 30 enne. Lì ero all'inizio della mia carriera e decisi di trasferirmi a nemmeno 29 anni in un'altra regione, un'altra città, per andare incontro ad una esperienza lavorativa che avrei voluto durasse un po'di più, anzi, che non finisse mai, ma le dinamiche portarono ad un epilogo diverso.
Un anno che si preannuncia diverso dai precedenti, con una concezione di mobilità diversa (ho fatto l'abbonamento annuale ai mezzi pubblici), una sede aziendale diversa, e se mi guardo indietro a 12 mesi fa, anche un nucleo familiare diverso (siamo diventati 4) e una casa diversa, dove abbiamo traslocato a giugno.
Spero di riuscire a postare con una buona frequenza, sicuramente più di quanto NON fatto l'anno scorso!
Alessandro

lunedì 24 dicembre 2018

262°Puntata - Christmas Eve


Ultima giornata di lavoro dell'anno, a breve ci aspetta la cena della vigilia con metà famiglia, l'altra metà la vediamo domani. La stanchezza lavorativa di fine anno si fa sempre sentire, sia che ci si trovi in un momento con tanto lavoro sia che si tratti di un momento un po'più tranquillo. Il fatto è che comunque si ha sulle spalle tutto il carico di lavoro degli ultimi 12 mesi, ed alla lunga si sente.
Negli ultimi mesi sono cambiate un bel po' di cose. Non vado troppo indietro al trasloco di quest'estate o alla nascita di Claudio ormai 2 mesi fa, ma anche il cambio sede aziendale, il cambio di mobilità (niente più macchina ma autobus), la dieta (in un mese persi 7kg) e ciò che ne comporta.
La dieta da un lato mi ha fatto perdere (oltre ai chili) anche molte abitudini che con gli occhi di adesso capisco fossero sbagliate, come gli aperitivi, il cibo fuori orario e la pesantezza di sughi e condimenti. Capisco ora che erano anche succedanei delle sigarette, da quando ho fumato l'ultima ormai 4 anni fa, l'aumento di peso è stato più veloce. Ho fatto altre diete in passato ma stavolta la sto affrontando con un altro spirito, sarà che l'età avanza e i 40 sono dietro l'angolo, ma la determinazione di oggi è di gran lunga maggiore di quella degli anni passati, forse perchè capisco che è una delle ultime occasioni per rimettermi in riga.
Certo, tra la cena di stasera ed il pranzo di domani qualche extra ci sarà, ma farò di tutto per non fare il solito schifo ;-)
Auguri a tutti, che il Natale ci lasci negli occhi i sorrisi dei tanti bambini cui daremo regali stasera. Anche perchè alla fine valgono molto più quelli di tante inutili parole.
Alessandro



martedì 11 dicembre 2018

261° Puntata - Analisi spicciola da 4 soldi


Riassunto, con esempio, della situazione della ASRoma:

AMBIENTAZIONE: Ristorante

1) Il proprietario (Pallotta) non sa scegliere i fornitori migliori e compra materie prime di merda
2) Il cuoco (Monchi) sbaglia ricette e dosi, e mette lo zucchero al posto del sale
3) Il cameriere (DiFra) sbaglia una comanda e porta un piatto ad un altro tavolo

Ora, secondo voi, se il ristorante va a puttane ... di chi è la colpa? 
Se dite "il cameriere", fatevi sta domanda:
"Ma se cambio il cameriere domani, il ristorante di colpo prende 3 Stelle Michelin?"
Capite ora che se non cambiano proprietario e chef, puoi metterci chi ti pare in sala, sempre schifo farà?!
Ristorante Roma ... 2 stelle CADENTI!
Alessandro



lunedì 26 novembre 2018

260° Puntata - Anno Sabbatico?


3 post in un anno.
1 post dopo 9 mesi.
Anno 2018 chiuso con un numero di post che si contano sulle dita di una mano.

Che è successo? Non ho la risposta a questa domanda.

Certo, abbiamo vissuto di nuovo lo splendido viaggio di una gravidanza, il 19 Ottobre 2018 è nato il piccolo Claudio, da quel giorno si dorme di meno e peggio.
Il trasloco ed i precedenti lavori fatti a casa nuova hanno preso tempo.
Il lavoro occupa tutta la giornata per 5 giorni su 7 ... ma non è solo questo.

Probabilmente l'abitudine quasi quotidiana di postare qualcosa su Instagram ha fatto sì che quello fosse il mezzo principale di espressione ed il blog fosse un po'dimenticato.
Mi dispiace, ma visto che a breve si festeggeranno i 10 anni di blog, farò in modo di essere un po'più presente, di ricominciare a postare impressioni e sensazioni della quotidianità, e di lasciare una traccia che dia un senso di "continuità", così da poter rileggere un domani i post come capitoli di un libro. 
Alla fine, è per questo che avevo cominciato a scrivere.
Alessandro

giovedì 12 aprile 2018

259°Puntata - Da Brividi

Da tifoso che negli ultimi anni si sta un po'disaffezionando a questo calcio, avevo sempre sentito parlare dalla generazione precedente, di partite storiche, tipo la semifinale del mondiale del 1970 Italia-Germania 4-3 oppure la semifinale di Coppa Campioni del 1984 quando al ritorno all'Olimpico la Roma ribaltò con un 3-0 il 2-0 dell'andata in casa del Colonia.





 

L'altro giorno , 10 Aprile 2018 (il compleanno di mio padre) anche la mia generazione, anche IO ho avuto la mia partita della vita, uno di quegli eventi che ricorderò fino alla fine, e di cui magari parlerò ai figli e ai nipoti.
Davide contro Golia, la Roma contro le stelle del Barcellona che all'andata avevano vinto immeritatamente per 4-1, con due autogol e mezzo della Roma e due rigori negati dal solito arbitraggio pro-blaugrana che negli ultimi anni stanno facendo veramente schifo (il ritorno con il PSG dell'anno scorso è stato veramente uno scandalo).
Le mie donne dormivano, quindi mi sono messo in camera da letto da solo, silenziato al massimo per non svegliarle, comincio a vedere la partita senza tante speranze, ma come al solito con la Roma capisci subito dai primi minuti se sarà una partita buona o no.
Una Roma commovente, tutti carichi a pallettoni, pressing alto, squadra corta, tutti pronti a correre e morire in campo anche per il compagno, il supponente Barcellona ANNICHILITO e spaesato non capiva cosa stesse succedendo. 
E poi dopo anni di sfortuna, di rimonte subite, di pali, di rigori negati (dopo i due dell'andata anche stavolta l'arbitro non aveva dato quello del 2-0, dato dall'assistente di linea), di Roma Slavia Praga 3-1 con gol finale del carneade Vavra, è capitata la serata PERFETTA. 
Ho guardato l'ultima mezz'ora in piedi sul letto, fossi stato ancora fumatore penso che ne avrei fumate 10 di fila, nel silenzio totale per paura di svegliare Chiara e Valeria, al 3-0 ho messo la faccia nel cuscino e ho urlato come un folle, prendendo a cazzotti il materasso.
Che goduria, che spettacolo, e ora portiamo avanti i colori italiani in Champions League.
Alessandro
PS: Allego il player con un montaggio fatto da Retesport 104.2, veramente emozionante!